trattamenti di carcinoma nasofaringeo e farmaci

Tu e il tuo lavoro medico insieme per elaborare un piano di trattamento sulla base di diversi fattori, come ad esempio lo stadio del cancro, i vostri obiettivi di trattamento, la vostra salute generale e gli effetti collaterali che siete disposti a tollerare.

Il trattamento per il carcinoma nasofaringeo di solito inizia con la radioterapia o una combinazione di radioterapia e chemioterapia.

La radioterapia utilizza fasci di energia ad alta potenza, come i raggi X o protoni, per uccidere le cellule tumorali.

Radioterapia

La radioterapia per il carcinoma nasofaringeo è generalmente somministrato in una procedura chiamata radioterapia esterna. Durante questa procedura, si sta posizionato su un tavolo e una grande macchina è manovrato intorno a te, dirigendo la radiazione per il punto preciso in cui si può indirizzare il cancro.

Per piccoli tumori del rinofaringe, la radioterapia può essere l’unico trattamento necessario. In altre situazioni, la radioterapia può essere combinato con la chemioterapia.

Chemioterapia

La radioterapia comporta un rischio di effetti collaterali, tra cui arrossamento della pelle temporanea, perdita dell’udito e secchezza delle fauci.

Chirurgia

Un altro tipo di radioterapia, una forma interna di radiazione (brachiterapia), a volte è usato nel carcinoma nasofaringeo ricorrente. Con questo trattamento, semi radioattivi o fili sono posizionati nel tumore o molto vicino ad esso.

La radioterapia alla testa e al collo, soprattutto se combinato con la chemioterapia, spesso causa gravi ferite alla gola e la bocca. A volte queste piaghe rendono difficile mangiare o bere. In questo caso, il medico può raccomandare l’inserimento di un tubo in gola o allo stomaco. Cibo e acqua vengono forniti attraverso il tubo fino a quando la bocca e la gola recuperare.

La chemioterapia è un trattamento farmacologico che utilizza sostanze chimiche per uccidere le cellule tumorali. I farmaci chemioterapici possono essere somministrati sotto forma di pillola, somministrata attraverso una vena o entrambi. La chemioterapia può essere usato per trattare il carcinoma rinofaringeo in tre modi

Chemioterapia allo stesso tempo come radioterapia. Quando i due trattamenti sono combinati, chemioterapia migliora l’efficacia della terapia radiante. Questo trattamento combinato si chiama terapia concomitante o chemioradioterapia.

Tuttavia, gli effetti collaterali della chemioterapia vengono aggiunti gli effetti collaterali della radioterapia, rendendo terapia concomitante più difficile da tollerare.

La chemioterapia dopo la radioterapia. Il medico potrebbe consigliare la chemioterapia dopo la radioterapia o dopo la terapia concomitante.

La chemioterapia viene utilizzata per attaccare eventuali cellule tumorali residue nel vostro corpo, compresi quelli che possono aver interrotto dal tumore originale e la diffusione altrove.

Qualche polemica esiste sul fatto che la chemioterapia supplementare migliora effettivamente la sopravvivenza nelle persone con carcinoma nasofaringeo. Molte persone che si sottopongono a chemioterapia dopo terapia concomitante non sono in grado di tollerare gli effetti collaterali e devono interrompere il trattamento.

Che la chemioterapia farmaci si riceve e quanto spesso sarà determinato dal vostro medico. Gli effetti collaterali è molto probabile che l’esperienza dipenderà da quali farmaci si riceve.

La chirurgia non è spesso usato come trattamento per il carcinoma nasofaringeo. La chirurgia può essere usato per rimuovere i linfonodi cancerous nel collo.

In alcuni casi, la chirurgia può essere usato per rimuovere un tumore dalla rinofaringe. Questo di solito richiede ai chirurghi di fare un’incisione nel tetto della vostra bocca per accedere alla zona per rimuovere il tessuto canceroso.