moyamoya malattia – diagnosi e il trattamento di trattamento

I medici formati in condizioni cerebrali (neurologi) e chirurgia cerebrale (neurochirurghi) lavorano insieme per il trattamento di persone con la malattia moyamoya.

I medici valuteranno la sua condizione e determinare il trattamento più appropriato per la vostra condizione. L’obiettivo del trattamento è quello di ridurre i sintomi, migliorare il flusso di sangue e ridurre il rischio di complicazioni gravi come ictus, emorragia nel cervello (emorragia intracerebrale) o la morte.

Il trattamento può includere

medicazione

Dopo sei diagnosticata la malattia moyamoya, se si hanno sintomi lievi o no in un primo momento, poi il medico può consigliare di prendere l’aspirina per prevenire ictus. Considerate dare il vostro bambino farmaci antidolorifici over-the-counter come il paracetamolo (Tylenol, altri) o ibuprofene (Advil, Motrin, altri) per alleviare i sintomi.

Se i sintomi peggiorano o se le analisi mostrano evidenza di basso flusso di sangue, il medico può raccomandare un intervento chirurgico di rivascolarizzazione.

intervento di rivascolarizzazione

Nella chirurgia di rivascolarizzazione, i chirurghi di bypass bloccato arterie per contribuire a ripristinare il flusso di sangue al cervello. I medici possono utilizzare le procedure di rivascolarizzazione, diretti o indiretti, o una combinazione di entrambi.

procedure di rivascolarizzazione diretta. Nella chirurgia rivascolarizzazione diretta, i chirurghi del punto (di sutura) il cuoio capelluto dell’arteria direttamente ad un’arteria del cervello (arteria temporale superficiale ad intervento chirurgico di bypass dell’arteria cerebrale media) per aumentare immediatamente il flusso di sangue al cervello.

intervento di bypass diretto può essere difficile da eseguire nei bambini, a causa delle dimensioni dei vasi sanguigni da allegare.

intervento di rivascolarizzazione diretta ha un rischio di complicanze come l’ictus.

procedure di rivascolarizzazione indiretti. rivascolarizzazione indiretta include diverse opzioni. In rivascolarizzazione indiretta, l’obiettivo è quello di aumentare il flusso di sangue al cervello gradualmente nel tempo. rivascolarizzazione indiretta può avere meno complicazioni e richiedere meno tempo per condurre quanto non faccia la rivascolarizzazione diretta.

In encephaloduroarteriosynangiosis (EDAS), i tuoi separa chirurgo (analizza) un’arteria cuoio capelluto sopra parecchi pollici.

Il chirurgo fa una piccola apertura temporanea nel cranio direttamente sotto l’arteria e si attacca (suture) il cuoio capelluto dell’arteria intatto alla superficie del cervello, che permette ai vasi sanguigni dalla arteria di crescere nel vostro cervello nel corso del tempo. Il chirurgo poi sostituisce l’osso e chiude l’apertura nel cranio.

In encephalomyosynangiosis (SME), i tuoi separa chirurgo (analizza) un muscolo nella regione tempio di fronte e lo colloca sulla superficie del cervello attraverso un’apertura nel cranio per contribuire a ripristinare il flusso di sangue.

Il chirurgo può eseguire SME con EDAS. In questa procedura, i tuoi separa chirurgo (analizza) un muscolo nella regione tempio di fronte e lo colloca sulla superficie del cervello, dopo aver attaccato l’arteria cuoio capelluto alla superficie del cervello. Il muscolo aiuta a tenere l’arteria in luogo come i vasi sanguigni crescono nel vostro cervello nel corso del tempo.

Il chirurgo può rimuovere una porzione di uno strato di tessuto adiposo dalla zona addominale, posizionarlo sulla superficie del cervello, e collegare l’arteria cuoio capelluto per il vaso sanguigno dello strato adiposo (trapianto omentale). Questa procedura può ripristinare il flusso di sangue al cervello.

Il chirurgo può eseguire più fori (fori radica) nel cranio per consentire nuovi vasi sanguigni a crescere, sia come una procedura separata o in combinazione con altre procedure.

Il medico può utilizzare altre combinazioni di procedure dirette e indirette di rivascolarizzazione a seconda delle esigenze.