melatonina (N-acetil-5-methoxytryptamine) sfondo

Naturale Standard® Monografia Paziente, Copyright © 2016 (). Tutti i diritti riservati. distribuzione commerciale proibito. Questa monografia è destinato solo a scopo informativo, e non deve essere interpretato come specifica consulenza medica. Si consiglia di consultare un operatore sanitario qualificato prima di prendere decisioni sulle terapie e / o le condizioni di salute.

La melatonina è un ormone prodotto nel cervello dalla ghiandola pineale dal triptofano. La produzione e il rilascio di melatonina sono stimolati dal buio e diminuiscono di luce, suggerendo che la melatonina è coinvolto in ritmo circadiano (l’orologio interno del corpo) e la regolazione delle funzioni del corpo diverse. I livelli di melatonina nel sangue sono più alti prima di coricarsi.

L’uso più comune di melatonina è di aiuto nel sonno. La prova più forte che sostiene l’uso della melatonina è per la sindrome ritardata fase del sonno, insonnia nei bambini e negli anziani lag, jet, e problemi di sonno nelle persone con disturbi comportamentali, di sviluppo, o mentali. La prova più debole a sostegno della melatonina è per il disturbo del sonno turno di lavoro. Buona la prova a sostegno della melatonina per altri usi è carente.

Chiave per gradi

sindrome di fase del sonno ritardata (DSP)

Nuovi farmaci che bloccano gli effetti della melatonina sono in fase di sviluppo. Questi includono BMS-214.778 e luzindole, e possono avere usi in vari disturbi.

Le dosi di seguito si basano sulla ricerca scientifica, pubblicazioni, uso tradizionale, o perizie. Molte erbe e integratori non sono stati accuratamente testati, e la sicurezza e l’efficacia non può essere provata. Marchi possono essere realizzati in modo diverso, con ingredienti variabili, anche all’interno della stessa marca. Le dosi inferiori potrebbero non essere applicabili a tutti i prodotti. Si consiglia di leggere le etichette dei prodotti, e discutere le dosi con un operatore sanitario qualificato prima di iniziare la terapia.

L’ora del giorno che la melatonina viene acquistata è importante. impatti melatonina ritmi circadiani (l’orologio interno del corpo) in modo diverso a seconda che si è presa la mattina, il pomeriggio o prima serata.

Per la degenerazione maculare legata all’età (perdita di visione con l’età), tre milligrammi di melatonina sono state prese per via orale ogni notte prima di coricarsi per sei mesi.

Per migliorare la regolazione della temperatura corporea negli anziani, 1,5 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per due settimane.

Insomnia (bambini)

Per la malattia di Alzheimer o il declino cognitivo, la melatonina è stata presa per via orale in dosi di 1-10 milligrammi al giorno per 10 giorni fino a 35 mesi.

Insomnia (anziani)

Per l’infiammazione, la melatonina è stata presa per via orale in dosi di 10 milligrammi notturne per sei mesi o cinque milligrammi la sera prima e un’ora prima di un intervento chirurgico.

Disritmia

Per l’asma, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per quattro settimane.

disturbi del sonno (persone con problemi di comportamento, dello sviluppo e disturbi mentali)

miglioramento del sonno nelle persone sane

Età degenerazione maculare (perdita della vista con l’età)

Per il ritiro dalle benzodiazepine (agenti ansiolitici), dosi di 1-5 milligrammi sono state prese per via orale al giorno per da alcune settimane fino a un anno.

Aging (regolazione della temperatura corporea)

Per il cancro, la melatonina è stata presa per via orale in dosi di 1-40 milligrammi al giorno, con 20 milligrammi di essere più comune, per diverse settimane o mesi. La melatonina è stata applicata alla pelle.

malattia / declino cognitivo di Alzheimer

Per sindrome da stanchezza cronica, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per bocca cinque ore prima di coricarsi per tre mesi.

Antinfiammatorio

Per la BPCO (malattia polmonare cronica che causa difficoltà di respirazione), tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale notturne due ore prima letto per tre mesi.

Per i disturbi del ritmo circadiano del sonno nelle persone con e senza problemi di vista, la melatonina è stata presa per via orale in una singola dose di 0,5-5 mg prima di coricarsi o come una dose giornaliera per 1-3 mesi.

Per la sindrome di fase del sonno ritardata, la melatonina è stata presa per via orale in dosi di 0.3-6 mg, con cinque milligrammi di essere più comune, tutti i giorni prima di dormire per due settimane a tre mesi.

Per il delirio, 0,5 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per un massimo di 14 giorni.

Per la depressione, sei milligrammi di melatonina a rilascio lento è stata presa per via orale al momento di coricarsi per quattro settimane.

Per le prestazioni di esercizio, 5-6 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale un’ora prima di esercizio o prima di coricarsi.

Per la fertilità, tre milligrammi di melatonina è stata presa per bocca di notte dal terzo al quinto giorno del ciclo mestruale fino a iniezione di ormone (gonadotropina corionica umana, HCG), o il giorno di iniezione di ormone.

Per la fibromialgia, 3-5 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per quattro settimane a 60 giorni.

Per i disturbi dello stomaco e dell’intestino, 3-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per 2-12 settimane.

sospensione delle benzodiazepine

Per il mal di testa, 2-10 milligrammi di melatonina è stata presa per bocca di notte per 14 giorni a otto settimane.

Trattamento per il cancro

Per infiammazione del fegato, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per via orale due volte al giorno per 12 settimane.

Per la pressione alta, la melatonina è stata presa per via orale in dosi di 1-5 milligrammi sia come singola dose durante il giorno o prima di andare a dormire, o al giorno per 1-3 mesi.

Per il colesterolo alto, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per due mesi.

Per l’insonnia negli anziani, la melatonina è stata presa per via orale in dosi di 0,1-5 milligrammi al o due ore prima di coricarsi per un massimo di diversi mesi, sotto forma di ricco di melatonina latte notte o lento rilascio Circadin®. Una dose di 0,5 mg è stata posta nella guancia per quattro notti.

Per il jet lag, 0.1-8 milligrammi di melatonina è stata presa per bocca del giorno di viaggio (vicino a bersaglio prima di coricarsi a destinazione), quindi al giorno per diversi giorni, in forma di melatonina standard o lento rilascio (Circadin®).

Per la memoria, tre milligrammi di melatonina è stata presa per bocca prima del test.

Per la menopausa, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni sera prima di coricarsi per 3-6 mesi.

Per la malattia di Parkinson, le dosi di 3-50 milligrammi sono state prese per bocca ogni sera prima di dormire per 2-10 settimane. (Alte dosi di 3-6.6 grammi di melatonina sono stati anche presi per bocca ogni giorno, tuttavia, queste dosi sono stati utilizzati in uno studio più vecchio 1972 e non sono più in uso.)

Per il disturbo periodico movimento degli arti, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per sei settimane.

Per disturbo del comportamento del sonno REM, 3-12 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per quattro settimane.

Per la sindrome delle gambe senza riposo, una singola dose di tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale.

Per sarcoidosi (diffusa infiammazione cronica), 20 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per un anno, poi è sceso a 10 milligrammi per un secondo anno.

Per problemi di movimento muscolare nelle persone con schizofrenia, 2-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale quotidiana.

Per il disturbo affettivo stagionale (SAD), due milligrammi di melatonina a rilascio prolungato è stata presa per bocca 1-2 ore ogni notte per tre settimane. Una dose di 0,5 mg di melatonina è stata presa sotto la lingua per sei giorni.

Per disturbi convulsivi, dosi di melatonina assunto per bocca erano 3-10 milligrammi al giorno per 2-4 settimane a tre mesi.

Per il sonno (generale), le dosi di melatonina assunto per bocca erano 0.3-10 milligrammi.

Per i disturbi del sonno nelle persone con disturbi del comportamento, dello sviluppo, o mentali, 0,1-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per un massimo di un anno.

Per disturbi del sonno nella malattia di Alzheimer, 1,5-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per 10 giorni a 35 mesi, con l’esposizione alla luce o in forma di capsule.

Per i disturbi del sonno nei pazienti con asma, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per quattro settimane.

Sindrome dell’affaticamento cronico

Per i disturbi del sonno nei soggetti con autismo, 0.75-10 milligrammi di melatonina è stata presa ogni sera prima di coricarsi per due settimane a sei mesi.

Broncopneumopatia cronica ostruttiva

Per i disturbi del sonno nei pazienti con BPCO, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte.

disturbi del ritmo circadiano del sonno (persone con e senza problemi di vista)

Per i disturbi del sonno nei pazienti con fibrosi cistica, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni sera prima di coricarsi per 21 giorni.

Per i disturbi del sonno nei pazienti con depressione, 0,5-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per 3-4 settimane, in aggiunta alla terapia regolare.

Per disturbi del sonno nelle persone sane, 0.1-80 milligrammi di melatonina è stato assunto per bocca, generalmente di notte prima di dormire per uno o più giorni fino a 26 settimane. Una dose di 50 mg è stato iniettato nella vena.

Per disturbi del sonno nelle persone in emodialisi, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per sei settimane.

Per disturbi del sonno nelle persone ricoverati in ospedale e medicalmente malati, 3-5.4 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte.

Per disturbi del sonno nelle persone con una disabilità di apprendimento, 0.5-9 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per 32-73 giorni.

Per i disturbi del sonno nei pazienti con malattia di Parkinson, 3-50 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al momento di coricarsi per 2-4 settimane.

Per disturbi del sonno dopo l’intervento chirurgico, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per tre notti.

Per disturbi del sonno nelle persone con disturbi mentali, 2-12 milligrammi di melatonina è stata presa per bocca ogni giorno prima di riposare per un massimo di 12 settimane

Delirio

Per disturbi del sonno nelle persone con lesioni cerebrali traumatiche, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per un mese.

Per disturbi del sonno nelle persone con sclerosi tuberosa (un disordine genetico che causa tumori di crescere in cervello e altri organi), cinque milligrammi di melatonina è stata presa 20 minuti prima letto per due settimane.

Per il fumo, 0,3 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale 3,5 ore dopo l’astinenza da nicotina.

Per la chirurgia, 3-15 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale o posto sotto la lingua, e 0,05-0,2 milligrammi per chilogrammo è stata posta sotto la lingua, da solo o con altri sedativi, in genere 90 minuti prima dell’intervento chirurgico o la sera prima e 90 minuti prima dell’intervento. Per ansia o sedazione prima dell’intervento chirurgico, 3-10 milligrammi e / o 0,05-0,5 milligrammi per chilogrammo di melatonina sono state iniettate nella vena, da solo o con altri sedativi prima dell’intervento.

Depressione

Diabete (terapia aggiuntiva)

prestazioni esercizio

Fertilità

fibromialgia

Glaucoma

Mal di testa

Malattia del cuore

Alta pressione sanguigna

Colesterolo alto

HIV / AIDS

infiammazione del fegato

Memoria

Menopausa

Dolore

morbo di Parkinson

disturbi del movimento periodico degli arti

disturbo del comportamento del sonno REM

Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome di Rett

Per discinesia tardiva (incontrollati, movimenti ripetitivi), 2-20 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale per 4-12 settimane.

Un ronzio nelle orecchie

Per piastrine basse, 20 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per due mesi.

Per ronzio nelle orecchie, tre milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per un massimo di 80 giorni.

Per le ulcere, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per via orale due volte al giorno per 21 giorni insieme ad altri farmaci.

Per minzione notturna, due milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per quattro settimane.

Per il disturbo del sonno turno di lavoro, 1.8-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale fino a tre volte al giorno per un massimo di sei giorni prima del sonno durante il giorno dopo un turno di notte.

Per danni pelle sole, la melatonina è stata applicata alla pelle in forma di gel (20-100 mg di melatonina in 70% di etanolo, in concentrazioni di 0,05-0,5% in 0,12 ml di gel); 0,6 milligrammi per metro quadrato da 15 minuti prima a 240 minuti dopo l’esposizione al sole, da solo o con vitamine C ed e; cinque per cento melatonina in etanolo, glicole propilenico e acqua, e 5,85 microlitri di soluzioni contenenti 1,2-5% melatonina, da solo o con vitamine C e E.

C’è una ricerca limitata sugli integratori di melatonina nei bambini, e la loro sicurezza non è stabilito. La melatonina può aumentare il rischio di convulsioni nei bambini, si consiglia cautela, e l’uso della melatonina dovrebbe essere discusso con un operatore sanitario.

Per infiammazione o sindrome da distress respiratorio nei neonati, 10 dosi di melatonina (10 milligrammi per chilogrammo) sono state date, con due ore tra le prime quattro dosi, quattro ore tra le dosi quinto e il sesto, otto ore tra il settimo e il ottavo dosi, e 12 ore tra le dosi nono e 10 °.

Per i disturbi del sonno ritmo circadiano in bambini con e senza problemi di vista, 3-12 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per otto settimane.

Per la sindrome di fase del sonno ritardata, 3-6 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per 10-28 giorni.

Per l’insonnia, 1-5 milligrammi di melatonina sono state prese per via orale una volta ogni notte per un massimo di due mesi. Dosi di 0.05-0.15 milligrammi per chilogrammo di melatonina sono state prese per via orale ogni notte per una settimana.

Per la sindrome di Rett, 2.5-7.5 mg è stata presa per via orale una volta al giorno al momento di coricarsi per un massimo di due anni.

Per la sedazione, 3-6 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale 10 minuti prima sedazione standard.

sarcoidosi

Schizofrenia

Disturbo affettivo stagionale (SAD)

disturbi convulsivi

danni del sole della pelle

Disturbi del sonno

fumo

disturbi di stomaco e disturbi (intestino)

Ictus

Per disturbi convulsivi, 1,5-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale al giorno per due settimane a tre mesi.

Per la sepsi (risposta alle infezioni gravi), due dosi di 10 milligrammi, separati da un’ora, sono state prese per via orale 12 ore dopo la diagnosi.

Per i disturbi del sonno nei bambini con disturbi del comportamento, dello sviluppo, o mentali, 0,1-10 mg è stata presa per via orale al giorno per una settimana a 72 mesi.

Per i disturbi del sonno, 2-10 milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni sera prima di coricarsi per quattro settimane a tre mesi.

Per la chirurgia, 0,1-0,5 milligrammi per chilogrammo di melatonina è stata presa per via orale in 1-3 dosi prima dell’intervento chirurgico, con antidolorifici standard o anestesia.

Per minzione notturna, cinque milligrammi di melatonina è stata presa per via orale ogni notte per tre mesi.

Per il dolore, una singola dose di 10 milligrammi per chilogrammo di melatonina è stato iniettato nella vena.

Questi usi sono stati testati negli esseri umani o animali. La sicurezza e l’efficacia non sono sempre stati dimostrati. Alcune di queste condizioni sono potenzialmente gravi e dovrebbero essere valutati da un operatore sanitario qualificato.

logica di classificazione

Gli usi di seguito si basano sulla tradizione o teorie scientifiche. Spesso non sono stati accuratamente testati negli esseri umani, e la sicurezza e l’efficacia non sono sempre stati dimostrati. Alcune di queste condizioni sono potenzialmente gravi e dovrebbero essere valutati da un operatore sanitario qualificato.

Nota: Questa sezione discute sia la melatonina nel corpo e melatonina da altre fonti, e gli effetti di altri agenti sulla melatonina e quando prese con la melatonina. Molti farmaci possono abbassare i livelli di melatonina naturali del corpo. Questi includono farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS, tra cui ibuprofene [Motrin®, Advil®] o naprossene [Naprosyn®, Aleve®]), beta-bloccanti farmaci per la pressione del sangue (tra cui propranololo [Inderal®], atenololo [Tenormin®], e metoprololo [Lopressor®, Toprol®]), e gli agenti che i livelli più bassi di vitamina B6 nel corpo (tra cui il controllo delle nascite, la terapia ormonale sostitutiva, diuretici dell’ansa, idralazina, e teofillina). Altri agenti che possono influenzare i livelli di melatonina includono caffeina, diazepam, estradiolo, somatostatina, temazepam, verapamil, e vitamina B12.

La melatonina può influenzare il rischio di coagulazione. Si consiglia cautela in persone con sanguinamento o disturbi della coagulazione e coloro che prendono farmaci che possono influenzare sanguinamento o di coagulazione. aggiustamenti di dosaggio può essere necessario.

Chirurgia

discinesia tardiva

Trombocitopenia (piastrine basse)

ulcere

Minzione (svegliarsi di notte per urinare)

disturbi del sonno turno di lavoro

Utilizza basata sulla tradizione o la teoria

La melatonina può influenzare i livelli di zucchero nel sangue. Si consiglia cautela quando si usano farmaci che possono anche influenzare lo zucchero nel sangue. Le persone che assumono farmaci per il diabete per via orale o di insulina devono essere attentamente monitorati da un professionista sanitario qualificato, tra cui un farmacista. regolazioni farmaco può essere necessario.

La melatonina può influenzare la pressione sanguigna. Si consiglia cautela nelle persone che assumono farmaci che influenzano la pressione sanguigna.

La melatonina può interferire con il modo in cui il corpo processi di alcuni farmaci che utilizzano il sistema enzimatico del citocromo P450 del fegato. Di conseguenza, i livelli di questi farmaci possono essere modificati nel sangue e possono provocare effetti alterati o reazioni avverse potenzialmente gravi. Le persone che utilizzano i farmaci dovrebbero controllare il foglietto illustrativo e parlare con un operatore sanitario qualificato, tra cui un farmacista, sulle possibili interazioni.

La melatonina può aumentare la quantità di sonnolenza causata da alcuni farmaci. Gli esempi includono le benzodiazepine, come il lorazepam (Ativan®) o diazepam (Valium®), barbiturici, come il fenobarbital, narcotici come la codeina, alcuni antidepressivi e alcol. Si consiglia cautela durante la guida o l’uso di macchinari.

La melatonina può anche interagire con ACE-inibitori, gli agenti passavano i reni, gli agenti che influenzano la larghezza dei vasi sanguigni, gli agenti che influenzano GABA, agenti che agiscono sul sistema immunitario, gli agenti che colpiscono il sistema nervoso, gli agenti che danneggiano il fegato, gli agenti che aumentano il sequestro rischio, gli agenti che aumentano il flusso di urina, agenti che proteggono contro le radiazioni, agenti che regolano la temperatura corporea, agenti che curano il morbo di Parkinson, agenti che trattano convulsioni, alcool, agenti di Alzheimer, anestetici, agenti antiaging, antiarthritis agenti, agenti antiasmatici, agenti antitumorali, agenti anti-infiammatori, agenti antiparassitari, farmaci antipsicotici, agenti antiulcera, antivirali, agenti di ansia, il controllo delle nascite, la caffeina, calcio-antagonisti, gli agenti che abbassano il colesterolo, gli agenti cognitivi, agenti dentali, destrometorfano, agenti per le orecchie, epithalamin, gli estrogeni, la prestazione fisica agenti, agenti oculari, agenti di fertilità, flumazenil, genitale e agenti di disturbo delle vie urinarie, agenti glaucoma, agenti mal di testa, agenti cuore, cuore agenti tasso di regolazione, agenti ormonali, isoniazide, litio, agenti polmonari, campi magnetici, metanfetamine, metoxamina, agenti muscolo-scheletriche , bloccanti neuromuscolari, oppioidi, agenti osteoporosi, antidolorifici, remifentanil, sevoflurano, agenti della pelle, agenti di stomaco, tacrina, ormoni tiroidei, vaccini, acido valproico, e agenti di perdita di peso.

Nota: Questa sezione discute sia la melatonina nel corpo e melatonina da altre fonti, e gli effetti di altri agenti sulla melatonina e quando prese con la melatonina. Molti farmaci possono abbassare i livelli di melatonina naturali del corpo. Questi includono farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS, tra cui ibuprofene [Motrin®, Advil®] o naprossene [Naprosyn®, Aleve®]), beta-bloccanti farmaci per la pressione del sangue (tra cui propranololo [Inderal®], atenololo [Tenormin®], e metoprololo [Lopressor®, Toprol®]), e gli agenti che i livelli più bassi di vitamina B6 nel corpo (tra cui il controllo delle nascite, la terapia ormonale sostitutiva, diuretici dell’ansa, idralazina, e teofillina). Altri agenti che possono influenzare i livelli di melatonina includono caffeina, diazepam, estradiolo, somatostatina, temazepam, verapamil, e vitamina B12.

La melatonina può influenzare il rischio di coagulazione. Si consiglia cautela in persone con sanguinamento o disturbi della coagulazione e coloro che prendono erbe e integratori che possono influenzare sanguinamento o di coagulazione. aggiustamenti di dosaggio può essere necessario.

La melatonina può influenzare i livelli di zucchero nel sangue. Si consiglia cautela quando si utilizza erbe o integratori che possono anche influenzare lo zucchero nel sangue. i livelli di glucosio nel sangue possono richiedere il controllo, e le dosi possono avere bisogno di regolazione.

La melatonina può influenzare la pressione sanguigna. Si consiglia cautela in persone che prendono le erbe o integratori che influenzano la pressione sanguigna.

La melatonina può interferire con il modo in cui il corpo processi di certe erbe o integratori che utilizzano il sistema enzimatico del citocromo P450 del fegato. Di conseguenza, i livelli di altre erbe o integratori possono alterare nel sangue. Si può anche alterare gli effetti che altre erbe o integratori, eventualmente, hanno sul sistema del citocromo P450.

La melatonina può aumentare la quantità di sonnolenza causata da alcune erbe o integratori.

La melatonina può anche interagire con 5-HTP, ACE-inibitori, erbe di Alzheimer e integratori, anestetici, antiaging erbe e integratori, antiarthritis erbe e integratori, antiasmatici erbe e integratori, erbe antitumorali e integratori, antidepressivi, erbe anti-infiammatori e integratori, antiossidanti, erbe antiparassitari e integratori, erbe antipsicotici e integratori, erbe antiulcera e integratori, farmaci antivirali, erbe ansia e integratori, il controllo delle nascite, erbe e integratori contenenti caffeina, agnocasto, erbe e integratori per abbassare il colesterolo, erbe cognitivi e integratori, erbe dentali e integratori , DHEA, le erbe per le orecchie e gli integratori, echinacea, erbe performance fisica e integratori, erbe occhi e integratori, erbe fertilità e integratori, acido folico, GABA, genitali e il disturbo urinario erbe e integratori, erbe glaucoma e integratori, erbe mal di testa e integratori, erbe di cuore e supplementi, la frequenza cardiaca che regolano erbe e integratori, erbe e integratori passati dai reni, erbe e integratori che influenzano la larghezza dei vasi sanguigni, erbe e integratori che influenzano GABA, erbe e integratori che colpiscono il sistema immunitario, le erbe e integratori che influenzano la del sistema nervoso, erbe e integratori che aumentano il sequestro di rischio, erbe e integratori che aumentano di urina di flusso, erbe e integratori che proteggono contro le radiazioni, le erbe e integratori che regolare la temperatura corporea, erbe e integratori che curare le malattie, le erbe e integratori che trattano sequestri di Parkinson, erbe ormonali e integratori, terapia della luce, litio, erbe fegato e integratori, erbe polmonari e supplementi, campi magnetici, la meditazione, le erbe muscolo-scheletriche e integratori, musicoterapia, bloccanti neuromuscolari, erbe osteoporosi e integratori, antidolorifici, fitoestrogeni, le erbe della pelle e integratori , erbe e integratori di stomaco, ormoni tiroidei, ed erbe di perdita di peso e integratori.

Questa informazione si basa su una revisione sistematica della letteratura scientifica ed è stato peer-reviewed e curato da collaboratori alla collaborazione Naturale di ricerca standard ().

metodologia monografia

5-metossi-N-acetyltryptamine, 6-sulfatossimelatonina, acetammide, agomelatina, aMT6s, beta-metil-6-chloromelatonin, BMS-214.778, CAS 73-31-4, ipnotico, indolo, luzindol, luzindole, mel, MEL, melatonia , melatonina, Melaxen®, melaxene, MLT, MT, N-2- (5-methoxyindol-3-etil) acetammide, N-acetil-5-metoxitriptamina (spagnolo), N-acetil-5-methoxytryptamine, neurohormone, ramelteon (CAS 196597-26-9, TAK-375), il triptofano.

Nomi di marca: Accurate Release®; Appleheart Melatonin®; Circadin®; Ispirato Nature®; Mel®; Melatonina Controlled Release®; Melatonina Olympian Labs; Melatonina Tablets®; Melatonina Tempo Release®; Melatonina-BioDynamax®; Response Melatonina-Metabolica Modifier®; Melatonina-New Hope Salute Prodotti®; Melatonina-ottimale Nutrizione; Melaxen®; della Natura Bounty®; Puritan Pride®; Rozerem®; Twinlab® melatonina; Valdoxan®.

Esempi di prodotto di combinazione: Melatonex® (vitamina B6); Melatonina Forte® (Piper methysticum, kavalattoni, valeriana); Melatonina PM COMPLEX® (vitamina B6, vitamina B2, vitamina B3); Melatonina Spray® (acido gamma-aminobutirrico, piridossale-5 -fosfato), Super Snooze con Melatonin® (valeriana radice, luppolo, zucchetto, camomilla, passiflora).

La statunitense Food and Drug Administration non strettamente regolamentare erbe e integratori. Non vi è alcuna garanzia di forza, la purezza o la sicurezza dei prodotti, e gli effetti possono variare. Si deve sempre leggere le etichette dei prodotti. Se si dispone di una condizione medica, o se sta assumendo altri farmaci, erbe o integratori, si dovrebbe parlare con un operatore sanitario qualificato prima di iniziare una nuova terapia. Consultare un medico immediatamente se si verificano effetti collaterali.

Evitare con allergia nota o sensibilità alla melatonina o prodotti correlati. La melatonina è stato collegato a reazioni cutanee allergiche e epatite autoimmune (infiammazione del fegato causata da cellule immunitarie che attaccano il fegato).

La melatonina è probabilmente sicuro se assunto per via orale in dosi comunemente studiate per un massimo di tre mesi, in genere 1-20 milligrammi. Nei bambini, la melatonina è probabile sicuro per l’uso a lungo termine in dosi raccomandate.

La melatonina può causare battito cardiaco anormale, l’aggressività, l’amnesia, enuresi notturna (nei bambini), il dolore del corpo, i cambiamenti nella temperatura corporea o sensazione di freddo, cambiamenti nei livelli di colesterolo, cambiamenti nel sistema immunitario, dolore toracico, confusione, diminuzione della conta degli spermatozoi, deliri, disorientamento , vertigini, danni agli occhi o il glaucoma (aumento della pressione oculare), stanchezza o ritmo sonno-veglia irregolare, nebulosità, allucinazioni, cefalea, effetti ormonali, iperattività, aumento della frequenza cardiaca, aumento del rischio di sequestro (specialmente nei bambini), l’infiammazione, insonnia, irritabilità , cambiamenti di umore, problemi di controllo o debolezza muscolare, disturbi muscolo-scheletrici, incubi, risveglio notturno, scarsa qualità del sonno, sintomi psicotici, reazioni cutanee (rossore, prurito, noduli dolorosi, pallore, e rash), sonnambulismo, tempo di reazione lento, allo stomaco o intestinali disturbi (alterazioni dell’appetito, crampi, diarrea, infiammazione dell’esofago, nausea, sapore strano in bocca, mal di stomaco e vomito), sogni vividi, debolezza, peggiorato il comportamento, e sbadigliando.

La melatonina può influenzare la pressione sanguigna. Si consiglia cautela in persone che prendono farmaci, erbe o integratori che influenzano la pressione sanguigna.

La melatonina può influenzare i livelli di zucchero nel sangue. Si consiglia cautela nelle persone con diabete o basso livello di zucchero nel sangue e quelli che assumono farmaci, erbe o integratori che interessano lo zucchero nel sangue. i livelli di zucchero nel sangue possono devono essere monitorati da un professionista sanitario qualificato, tra cui un farmacista, e le regolazioni farmaco può essere necessario.

La melatonina può influenzare il rischio di coagulazione. Si consiglia cautela in persone con sanguinamento o disturbi della coagulazione e coloro che prendono farmaci che possono influenzare il sanguinamento. aggiustamenti di dosaggio può essere necessario.

Possono verificarsi sonnolenza o sedazione. Usare cautela nelle persone che stanno guidando o di usare macchinari pesanti (compresi gli aeromobili) e quelli che assumono antidepressivi, stimolanti, o sedativi.

La melatonina può interferire con il modo in cui il corpo processi di alcuni farmaci che utilizzano il sistema enzimatico del citocromo P450 del fegato.

Usare con cautela nelle persone che hanno o sono a rischio di cambiamenti nei livelli ormonali, disturbi agli occhi, spesso sensazione disturbi freddi, genitali o urinarie (inclusi i bambini con una storia di bagnare il letto), malattie cardiache, iperattività, disturbi del sistema immunitario, malattie infiammatorie, disturbi mentali , problemi di controllo muscolare, disturbi del sistema nervoso, convulsioni, disturbi della pelle, e allo stomaco e problemi intestinali.

Usare con cautela nelle persone che assumono farmaci che agiscono sul sistema immunitario, gli agenti anti-infiammatori, o di agenti ormonali.

Usare con cautela nelle donne che allattano al seno, a causa della mancanza di informazioni sulla sicurezza.

Evitare nelle donne che sono incinte o cercando di rimanere incinta. La melatonina può diminuire il desiderio sessuale, aumenta il rischio di disturbi dello sviluppo, e ridurre la funzione ovarica.

Evitare in persone con allergia nota o sensibilità alla melatonina o prodotti correlati.

Nel complesso, vi è una mancanza di prove scientifiche di alta qualità per l’uso di melatonina durante la gravidanza o l’allattamento.

Usare con cautela nelle donne che allattano al seno, a causa della mancanza di informazioni sulla sicurezza.

Evitare nelle donne che sono incinte o cercando di rimanere incinta. La melatonina può diminuire il desiderio sessuale, aumenta il rischio di disturbi dello sviluppo, e ridurre la funzione ovarica.

EB Arushanian. [La valutazione comparativa delle epifisi melatonina e benzodiazepine ansiolitici]. Eksp.Klin.Farmakol. 2012,75 (3):. 35-40; Boyko Y, Ording H, e Jennum P. disturbi del sonno nei pazienti critici in terapia intensiva: quanto ne sappiamo? Acta Anaesthesiol.Scand. 2012,56 (8):. 950-958; Dijk DJ, Duffy JF, Silva EJ, et al. Ampiezza di riduzione e di fase turni di melatonina, cortisolo e altri ritmi circadiani dopo un avanzamento graduale del sonno e esposizione alla luce nell’uomo. PLoS.One. 2012,7 (2):. E30037; Etain B, Dumaine A, Bellivier F, et al. anomalie genetiche e funzionali della via di biosintesi della melatonina in pazienti con disturbo bipolare. Hum.Mol.Genet. 9-15-2012,21 (18): 4030-4037; Forbes-Robertson S, Dudley E, Vadgama P, et al.. interruzione circadiano e interventi correttivi: gli effetti e gli interventi per il jet lag per le massime prestazioni atletiche. Med Sport. 3-1-2012,42 (3):. 185-208; Gitto E, Aversa S, Salpietro CD, et al. Il dolore in terapia intensiva neonatale: ruolo della melatonina come antiossidante analgesico. J.Pineal Res. 2012,52 (3):. 291-295; Gonciarz M, Gonciarz Z, Bielanski W, et al. Gli effetti del trattamento melatonina a lungo termine sui livelli di enzimi epatici nel plasma e le concentrazioni plasmatiche di lipidi e melatonina in pazienti con steatoepatite non alcolica: uno studio pilota. J.Physiol Pharmacol. 2012,63 (1):. 35-40; Morganti P, G Fabrizi, Palombo P, et al. Nuovi complessi chitina e la loro attività anti-invecchiamento dall’interno verso l’esterno. J.Nutr.Health Aging 2012,16 (3):. 242-245; Moura LM, Bezerra JM, e Fleming NR. Trattamento di emicrania continua: serie di casi e revisione della letteratura. Rev.Bras.Anestesiol. 2012,62 (2):. 173-187; Munoz F, Lopez-Pena M, Mino N, et al. L’applicazione topica di melatonina e ormone della crescita accelera la guarigione ossea attorno agli impianti dentali nei cani. Clin.Implant.Dent.Relat Res. 2012,14 (2):. 226-235; Nikles J, Lo V, Giam JA, et al. Esplorare la melatonina prescrizione tra i clienti di compounding farmacie in Australia. Med.J.Aust. 4-2-2012,196 (6):. 384-385; Otmani S, D Metzger, Guichard N, et al. Effetti della melatonina a rilascio prolungato e zolpidem sulla stabilità posturale in adulti più anziani. Hum.Psychopharmacol. 2012,27 (3):. 270-276; Sekeroglu MR, Huyut Z e Lo A. La suscettibilità degli eritrociti a ossidazione durante la conservazione del sangue: effetti della melatonina e propofol. Clin.Biochem. 2012,45 (4-5):. 315-319; Sigurdardottir LG, Valdimarsdottir UA, Autunno K, et al. interruzione circadiano, perdita di sonno, e rischio di cancro alla prostata: una revisione sistematica degli studi epidemiologici. Cancro Epidemiol.Biomarkers Prec. 2012,21 (7):. 1002-1011; Soares SR, Martinez-Varea A, Hidalgo-Mora JJ, et al. terapie farmacologiche in endometriosi: una revisione sistematica. Fertil.Steril. 2012,98 (3): 529-555.

Questa monografia evidence-based è stato preparato dalla collaborazione Natural Research standard