crema naftifine

Durante gli studi clinici, 760 soggetti sono stati esposti a Naftifine 1% e il 2% formulazioni crema. Un totale di 421 soggetti con tinea pedis e / o tinea cruris sono stati trattati con Naftifine cloridrato crema, 2%. In due studi randomizzati di veicoli controllati (400 pazienti sono stati trattati con Naftifine cloridrato crema, 2%. La popolazione era di 12 a 88 anni, prevalentemente di sesso maschile (79%), 48% caucasici, 36% Nero o Americano africano, il 40% ispano o Latino e aveva sia prevalentemente interdigitale tinea pedis o tinea cruris. la maggior parte dei soggetti ha ricevuto una dose giornaliera, per via topica, per 2 settimane per coprire le zone della pelle colpite più un margine pollici e mezzo di circondare la pelle sana. Nei due studi clinici di veicoli controllati , il 17,5% di Naftifine cloridrato crema, 2 soggetti trattati% ha sperimentato una reazione avversa rispetto al 19,3% dei soggetti del veicolo. La reazione avversa più comune (≥1%) è prurito. La maggior parte delle reazioni avverse sono lievi di gravità. L’incidenza di reazioni avverse nel Naftifine cloridrato crema, il 2% della popolazione trattata non erano significativamente differenti rispetto alla popolazione dei veicoli trattati.

In un open-label farmacocinetica pediatrici e di prova di sicurezza, 22 soggetti pediatrici 13-17 anni di età con interdigitale tinea pedis e tinea cruris ricevuto Naftifine cloridrato Crema, 2%. L’incidenza di reazioni avverse nella popolazione pediatrica è stata simile a quella osservata nella popolazione adulta.

I multipli animali di calcoli dell’esposizione umani erano basati sul corpo dose di confronto di superficie al giorno (mg / m 2) per gli studi di tossicologia riproduttiva descritti in questa sezione e nella sezione 13.1. La dose massima raccomandata nell’uomo (MRHD) è stato fissato a 8 g 2% crema al giorno (2,67 mg / kg / giorno per un individuo di 60 kg).

Sistemici studi sullo sviluppo embriofetale sono stati condotti in ratti e conigli. dosi orali di 30, 100 e 300 mg / kg / giorno naftifine cloridrato sono stati somministrati nel periodo dell’organogenesi (giorni gestazionale 6 – 15) a ratti femmine gravide. Non ci sono effetti correlati al trattamento sulla tossicità embriofetale o teratogenicità sono state notate a dosi fino a 300 mg / kg / die (18,2 × MRHD). una dose sottocutanea di 10 e 30 mg / kg / die naftifine cloridrato sono stati somministrati durante il periodo dell’organogenesi (giorni di gestazione 6 – 15) a ratti femmina in gravidanza. Non ci sono effetti correlati al trattamento sulla tossicità embriofetale o teratogenicità sono stati osservati a 30 mg / kg / die (1,8 × MRHD). una dose sottocutanea di 3, 10 e 30 mg / kg / die naftifine cloridrato sono stati somministrati durante il periodo dell’organogenesi (giorni di gestazione 6 – 18) per i conigli femmine gravide. Nessun effetto correlato trattamento sulla tossicità embriofetale o teratogenicità sono stati osservati a 30 mg / kg / die (3,6 × MRHD).

Uno studio sullo sviluppo peri- e post-natale è stato condotto nei ratti. dosi orali di 30, 100 e 300 mg / kg / die naftifine cloridrato sono stati somministrati a ratti femmina da gestazionale giorno 14 al giorno 21. allattamento ridotto aumento di peso corporeo delle femmine durante la gestazione e della prole durante l’allattamento è stato notato a 300 mg / kg / giorno (18,2 × MRHD). No tossicità per lo sviluppo è stata osservata a 100 mg / kg / die (6,1 × MRHD).

Chimicamente, naftifine HCl è (E) -N-Cinnamyl-N-metil-1-napthalenemethylamine cloridrato.

La formula molecolare è C 21 H 21 N ∙ HCl con un peso molecolare di 323,86.

La formula di struttura di cloridrato naftifine è

Naftifine cloridrato Cream, 2% contiene i seguenti eccipienti: alcool benzilico, alcool cetilico, cetilico esteri cerosi, isopropil miristato, polisorbato 60, acqua depurata, sodio idrossido, monostearato di sorbitano, alcool stearilico, e acido cloridrico.

La farmacocinetica di Naftifine cloridrato Crema, 2% sono state valutate dopo l’applicazione topica una volta al giorno per 2 settimane a ventuno soggetti adulti, sia maschi che femmine, sia con tinea pedis e tinea cruris. L’importo totale mediano di crema applicata era 6,4 g (range 5,3-7,5 g) al giorno. I risultati hanno dimostrato che l’esposizione sistemica (cioè concentrazione massima (Cmax) e l’area sotto la curva (AUC)) a naftifine aumentate durante il periodo di trattamento di 2 settimane in tutti i 21 soggetti. Media geometrica (CV%) AUC 0-24 era 117 (41,2) ng * h / ml il giorno 1, e 204 (28.5) ng * h / ml il giorno 14. media geometrica (CV%) C max era 7 ng / mL (55,6) il giorno 1 e 11 ng / mL (29,3) il giorno 14. mediana Tmax era 8,0 ore al giorno 1 (range: da 4 a 24) e le 6,0 ore al giorno 14 (range: da 0 a 16). L’accumulo dopo 14 giorni di applicazione topica era meno di due volte. concentrazioni minime in generale aumento per tutto il periodo di studio di 14 giorni. Naftifine ha continuato ad essere rilevato nel plasma in 13/21 (62%) soggetti in giorno 28, le concentrazioni plasmatiche della media (SD) erano 1,6 ± 0,5 ng / ml (range di sotto del limite di quantificazione (BLQ) a 3 ng / mL).

Nello stesso studio di farmacocinetica condotto in pazienti con tinea pedis e tinea cruris, frazione mediana della dose escreta nelle urine durante il periodo di trattamento è stato 0,0016% al giorno 1 contro 0,0020% il giorno 14.

In un secondo studio, che ha arruolato 22 soggetti la farmacocinetica di Naftifine cloridrato Crema, 2% è stato valutato in 20 soggetti pediatrici 13 – 17 anni di età sia con tinea pedis e tinea cruris. I soggetti sono stati trattati con una dose mediana di 8,1 g (range 6,6-10,1 g) applicati alle zone colpite una volta al giorno per 14 giorni. I risultati hanno dimostrato che l’esposizione sistemica aumentata durante il periodo di trattamento. Media geometrica (CV%) AUC 0-24 era 138 (50,2) ng * h / ml il giorno 1, e 192 (74,9) ng * h / ml il giorno 14. media geometrica (CV%) C max era 9.21 ng / mL (48,4) il giorno 1 e 12,7 ng / mL (67,2) il giorno 14. frazione mediana della dose escreta nelle urine durante il periodo di trattamento è stato 0,0030% al giorno 1 e 0,0033% il giorno 14.

Ad oggi, non è stato identificato un meccanismo di resistenza al naftifine. Naftifine ha dimostrato di essere attivo contro la maggior parte degli isolati dei seguenti funghi, sia in vitro che in infezioni cliniche, come descritto nella sezione INDICAZIONI E USO

cloridrato Naftifine rivelato alcuna evidenza di potenziale mutageno o clastogenico in base ai risultati di due test in vitro di genotossicità (test di Ames e test di aberrazione ovariche di criceto cinese cromosomi delle cellule) e uno in test di genotossicità in vivo (topo osso test del micronucleo osseo).

La somministrazione orale di cloridrato naftifine a ratti, dopo l’accoppiamento, la gestazione, il parto e l’allattamento, ha dimostrato alcun effetto sulla crescita, la fertilità e la riproduzione, a dosi fino a 100 mg / kg / die (6,1 × MRHD).

L’età media della popolazione in studio era di 47 anni e il 87% era di sesso maschile e il 43% erano bianchi. Al basale, i soggetti sono stati confermati ad avere segni e sintomi di tinea cruris, esame KOH positivo, e ha confermato la presenza dermatofiti sulla base dei risultati della cultura da un laboratorio micologia centrale. L’analisi della popolazione intent-to-treat era un confronto delle proporzioni di soggetti con una completa guarigione alla settimana 4 (vedi Tabella 1). guarigione completa è stata definita come sia guarigione clinica (assenza di eritema, prurito, e il ridimensionamento) e la cura micologica (negativo KOH e cultura dermatofiti).

La percentuale di soggetti che hanno dimostrato guarigione clinica e la percentuale di soggetti che hanno dimostrato cura micologica alla settimana 4 sono presentati singolarmente nella tabella 1 qui sotto

L’età media della popolazione in studio era di 42 anni e il 71% era di sesso maschile e il 57% erano bianchi. Al basale, i soggetti sono stati confermati ad avere segni e sintomi di tinea pedis, esame KOH positivo, e la cultura dermatofiti confermato. L’endpoint primario di efficacia era la percentuale di soggetti con una completa guarigione alla settimana 6 (vedi tabella 2). guarigione completa è stata definita come sia una cura clinica (assenza di eritema, prurito, e il ridimensionamento) e la cura micologica (negativo KOH e cultura dermatofiti).

I risultati di efficacia alla settimana 6, quattro settimane dopo la fine del trattamento, sono presentati nella tabella 2 qui di seguito. Naftifine cloridrato Crema, 2% ha dimostrato cura completa in soggetti con tinea pedis interdigitale, ma completa guarigione nei soggetti con solo mocassino tipo tinea pedis non è stata dimostrata.

Naftifine cloridrato Crema, 2% è un bianco di crema off-bianca contenuta in tubetti nelle seguenti misure

30g – NDC 40085-203-30; 45g – NDC 40085-203-45; 60g – NDC 40085-203-60

Conservare Naftifine cloridrato Crema, 2% a 25 ° C (77 ° F); escursioni permesso di 15-30 ° C (59-86 ° F) [vedere USP Controlled temperatura ambiente].

140.732; 01/2016

NDC 40085- 203 -45

Per topico Use Only

Non per oftalmica; Orale o intravaginale Usa

Rinascimento; Pharma

45 g Crema; Solo Rx